Questo sito o strumenti di terze parti, si avvalgono di cookie necessari al funzionamento o per offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo la pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione, acconsenti all'uso dei cookie.

 

Consulta la normativa sui cookie

 

Consulta la Cookie Policy

 

 

Le ultime notizie da CISL Scuola Piemonte Orientale

 


 

 

Allegati:
FileDescrizioneDimensione del File
Scarica questo file (m_pi.AOODGPER.REGISTRO UFFICIALE(U).0006969.24-03-2020.pdf (1).pdf)m_pi.AOODGPER.REGISTRO UFFICIALE(U).0006969.24-03-2020.pdf (1).pdf 217 kB
UFFICI SCUOLA ZONA NOVARA
 
COMUNICATO
EMERGENZA SANITARIA CORONAVIRUS (COVID-19)
 
In merito al comunicato
SOLO ED ESCLUSIVAMENTE
PER QUESTIONI DI MASSIMA URGENZA INERENTI LA SCUOLA
 
saranno privilegiate consulenze telefoniche e via e-mail.
 
Pertanto si invita ad inviare un messaggio tramite WhatsApp 
ad uno dei seguenti numeri
 
Porzio:     338 657 5849
Testani:    335 874 5641 
 
Oppure scrivendo all'e-mail
 
Verrete ricontattati
Per le ragioni sopra esposte, non si assicura l'apertura delle sedi della zona di Novara
 
Ci scusiamo per il disagio e ringraziamo per la collaborazione

 

 

 

 

I giorni2 e 3 marzosaranno interessati da un provvedimento disospensione delle attività didattiche.
Di conseguenza:
il personale ATArientrerà in servizio poiché interessato da orario di lavoro legato al servizio di ufficio pubblico e non alla didattica
il personale Docenteè tenuto a partecipare unicamente ad eventualiattività funzionali all’insegnamento.

È opportuno un chiarimento rispetto alle modalità organizzative e di gestione di queste ultime. Il riferimento è l’art. 28 comma 4 del CCNL 2016/18:
“il piano annuale delle attività, comprensivo degli impegni di lavoro, è deliberato dal collegio dei docenti [omissis] e con la stessa procedura è modificato nel corso dell’anno scolastico per far fronte a nuove esigenze.”

Da ciò ne deriva che nei periodi di sospensione delle attività didattiche il personale docente è tenuto a partecipare alle attività se già programmate e inserite nel piano annuale, ovvero nelle cosiddette 40+40. Modifiche o integrazioni a quanto stabilito devono essere sottoposte al collegio per opportuna delibera.

È opportuno precisare inoltre che leconvocazioni degli organi collegialidevono essere svolte con congruo preavviso, ovvero 5 giorni prima, come previsto da CM 105/75 art.1; quindi, nel caso di necessità di riconvocazione del collegio per recupero di eventuali precedenti sedute, rinviate a seguito dell’ordinanza di chiusura che ha interessato la settimana dal 24 al 29 febbraio, è necessario il rispetto dei tempi della convocazione.

Si sottolinea che si rimane in attesa del DPCM e di eventuali provvedimenti che potrebbero regolare la gestione di incontri/riunioni. In merito a questo non si ha ancora notizia.